JRE European Board Meeting: coesione, costruzione ed unione

20.11.2017

I delegati JRE dei diversi paesi insieme: l’Associazione come mezzo per unire e rendere più forti i singoli

Costruire, condividere e portare avanti una filosofia di crescita comune: queste le caratteristiche del JRE European Board Meeting che ha visto protagonisti i rappresentati JRE dei diversi Paesi. Location di quest’anno è stata Potsdam, in Germania, per due giorni centro nevralgico di un international meeting il cui fulcro è stato il clima di costruttivo fermento che ha pervaso i delegati JRE.


Un’atmosfera fatta di unione, dell’associazionismo più puro, ma soprattutto di scambio reciproco alla cui base l’anima dei principi JRE fungeva da fondamento. Quello che si è venuto a creare è stata la possibilità di dialogare ed esprimere le emozioni, gli aspetti sociali e storici di ogni Paese, proiettandosi verso un futuro caratterizzato da uno sguardo europeo.


Perché quello che rappresenta JRE è la coesione di intenti, passioni e valori, indipendentemente dal paese in cui ci si trova. “Le esperienze personali, regionali, di città, paese e ristorante – sottolinea Luca Marchini, presidente JRE Italia - devono conformarsi ad esigenze nazionali dove l’Associazione rappresenta il mezzo per unire e rendere più forti i singoli associati. E questo stesso aspetto vale anche per l’Europa. Il meeting di Potsdam è stato l’epicentro di questa visione, la base da cui partire per creare una sempre più forte unione europea”