Nuovi ingressi 2018: quattro chiacchiere con Fabiana Scarica

26.09.2018

Faby Scarica, classe ’88, nasce a Vico Equense, e a Vico Equense ha realizzato il suo progetto: Villa Chiara – Orto e Cucina è il Suo “luogo”, dove prendono forma istinto e pensiero. È entrata a far parte dei JRE Italia proprio quest’anno, e risponde ad alcune domande sulla sua esperienza in questo mondo.

1. Come è nato il desiderio di entrare nei JRE?

Penso che l’idea di gruppo sia una filosofia di vita applicabile alle più svariate situazioni!

È il concetto secondo cui da soli si cammina, insieme si vola.

Lavorare in cucina amplifica ancora questo concetto: da qui l’idea di applicarlo ad un gruppo –anzi, ad una famiglia - che non sia confinato tra le mura della propria cucina come i JRE. L’associazione quindi non può che tenerti la mano per accompagnarti e per farti prender parte a grandiose esperienze.

2. Cosa puoi riportare da questi primi mesi nell'associazione?

Sicuramente l’idea di essere parte di una famiglia: l’aver vissuto e provato la presenza dei membri in caso di necessità ti strappa via un sorriso, ma ha ancora maggior valore il vedere sempre in prima linea i “boss”. Questo è ciò che ti spinge ad essere e dare sempre di più!

3. Quali sono i tuoi obiettivi nell'immediato futuro?

Sicuramente lavorare per portare il nome del mio ristorante a piccoli passi sempre più in alto.

4. Cosa ne pensi dell'attuale momento della ristorazione italiana?

Penso che la ristorazione nel nostro Paese brilli di luce propria perché non ha nulla da invidiare a nessuno! E sono certa che le attenzioni che oggi si dedicano al mondo enogastronomico ci porteranno ad un primato sempre più solido

5. Cosa suggeriresti ad un cuoco che volesse iniziare un'avventura con un locale proprio?

Gli suggerirei di rimboccarsi le maniche e lavorare sodo, con la testa tra le nuvole ma i piedi ben saldi a terra! Non è facile ma non è impossibile! Si deve solo usare la testa!!

Deel dit bericht